[25/2/2019] - Dote ritorno al lavoro

Gentile Sig.ra/Sig.re,

Regione Lombardia ha promosso un dispositivo che offre un aiuto alle persone con disabilità per reintegrarsi nel proprio posto di lavoro a seguito di assenze di prolungate a causa di patologie oncologiche o invalidanti.

Si tratta di una dote/voucher rivolta alle persone con ridotte capacità lavorative a seguito di cure oncologiche o altre patologie invalidanti per la fruizione di servizi al lavoro e alla formazione. 

In particolare, la misura denominata Dote Ritorno al Lavoro ha l’obiettivo di consolidare le competenze della persona nella fase di rientro sul posto di lavoro, ovvero:

  • rinforzare le competenze necessarie per recuperare l’eventuale gap di conoscenze a seguito dell’assenza dal lavoro, acquisire nuove competenze trasversali e l’eventuale sostegno psicologico utili ad affrontare il rientro nel mondo lavorativo;
  • essere accompagnato nell’eventuale percorso di riconversione professionale nei casi ove il rientro al lavoro si caratterizzi per la necessità di modificare la mansione precedentemente ricoperta.

Tra le modalità utilizzabili c’è lo smartworking, attività che può permettere maggiore flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare nel proprio lavoro.

Con il presente Avviso, Regione Lombardia riconosce una dote/voucher a persone per la fruizione di servizi al lavoro e alla formazione erogati da operatori accreditati all’albo regionale ai servizi al lavoro.

La domanda di finanziamento può essere presentata da persone che siano in possesso dei requisiti di seguito specificati:

  • residenza o domicilio in Lombardia
  • occupate in una sede operativa in Lombardia
  • che rientrano sul posto di lavoro a seguito di cure oncologiche o invalidanti:
    • dopo 6 mesi continuativi di calendario di assenza per malattia
    • dopo un periodo di assenza per malattia di 6 mesi anche non continuativi negli ultimi 12 mesi (almeno 126 gg lavorative)
    • dopo un periodo di assenza per malattia anche non continuativo negli ultimi 6 mesi, tale da comportare una presenza sul posto di lavoro inferiore al 60% delle giornate lavorative (almeno 76 gg lavorative)
  • in possesso dell’invalidità civile pari o superiore al 70%

In relazione al requisito occupazionale si specifica che sono ammessi lavoratori e lavoratrici:

  • con contratto di lavoro di diritto privato a tempo indeterminato o a tempo determinato (in entrambi i casi sia a tempo pieno, sia a tempo parziale)
  • con contratto di lavoro intermittente (ai sensi del D.Lgs. 81/2015)
  • con contratto di somministrazione (ai sensi del D.Lgs. 81/2015)
  • soci‐lavoratori di cooperative (sia che partecipino o non partecipino agli utili).

È possibile presentare la domanda di dote esclusivamente attraverso il sistema informativo Bandi online (http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioBando/servizi-e-informazioni/cittadini/Lavoro-e-formazione-professionale/Altre-opportunita-di-lavoro/dote-ritorno-lavoro-cittadini-2019) previa registrazione.  Il destinatario deve compilare on line il modulo per richiedere la dote.

Nella domanda di dote, il destinatario seleziona un operatore accreditato dalla lista approvata da Regione Lombardia degli operatori che hanno aderito alla manifestazione di interesse a partecipare alla presente iniziativa.

Le domande andranno inoltrate dal 21 marzo 2019 fino a esaurimento fondi (500.000 euro)