Corso gratuito di autodifesa femminile

 

I numeri parlano chiaro. Le pagine di cronaca dei giornali registrano ogni giorno episodi di aggressioni nei confronti delle donne. Le statistiche indicano una crescita esponenziale di violenze verso il genere femminile. Soltanto nel 2017 sono state 648 mila le donne che hanno subito il trauma di uno stupro e 726 mila quelle vittime di aggressioni sessuali fortunatamente non andate a buon fine.

"Al di là della necessità di azioni di prevenzione e accompagnamento alle donne vittime di violenza - spiegano Marco Mastrandrea e Barbara Lazzarini, titolare del centro - sia quella fisica e sessuale ma anche quella psicologica, è opportuno anche che le donne imparino a gestire gli strumenti di autodifesa onde evitare di passare, dal mero punto di vista legale, dalla parte del torto. Se, in un eventale scontro, l’aggressore subisse danni fisici potrebbe, infatti, persino rivalersi sulle vittime poichè non tutti questi “strumenti” di autodifesa sono legali. Oltre al danno si aggiungerebbe, dunque, la beffa".

Per questo motivo il centro, che già avuto modo di proporre iniziative alle donne  in collaborazione con l'amministrazione comunale, ha organizzato un corso gratuito di autodifesa femminile che inizierà sabato 12 maggio e che verrà presentato alla cittadinanza alle ore 15 di sabato 5 maggio presso la nostra sede di corso Garibaldi 35 a Seveso.

Il corso è aperto a tutte le donne maggiorenni e per partecipare basterà essere accompagnate da un uomo (marito, fratello, fidanzato, etc.). Lo scopo è quello di insegnare alle donne ad affrontare e gestire, psicologicamente e fisicamente, una situazione di pericolo, anche grazie alla prevenzione con metodi di difesa verbale e fisica.

Un'iniziativa meritevole di attenzione anche per l'amministrazione comunale, che ha da subito espresso il suo apprezzamento e ha deciso di concedere il patrocinio.