Calendimaggio: la città in festa

 

Fede, tradizione, colori e folklore. La città si prepara per il Calendimaggio, la festa che ogni anno la prima domenica del mese di maggio e il lunedì successivo richiamano migliaia di persone lungo le strade di San Pietro Martire.

Lì, attorno al santuario, è un susseguirsi di bancarelle per un fiume umano caratterizzato non solo dalla presenza dei cittadini di tutta Seveso, ma anche di quelli che arrivano numerosi dalle realtà limitrofe.

Il Calendimaggio, naturalmente, non è solo giostre e bancarelle degli ambulanti, ma anche l'occasione per offrire alla città una proposta culturale. Da sabato 5 fino a lunedì 7 sarà possibile visitare la mostra "Chiesa dalla genti" allestita al Centro pastorale ambrosiano. Sarà aperta anche dopo i giorni del Calendimaggio fino a domenica 20. Al santuario sono organizzate (fino al 13 maggio) dopo le Messe le visite guidate "Arte e fede" e "Storia e fede".

Sabato 5, in piazza Verdi, alle 21 il Concerto di Calendimaggio a cura del corpo musicale "La Cittadina" darà il via ufficiale alla festa. La banda sfilerà per le vie del quartiere di San Pietro anche domenica 6 alle 10. Nella giornata di domenica, dopo la Messa, alle 12 la consegna dell'onorificenza del Sampietrino d'Oro ai volontari dell'associazione Anteas Brianza gruppo di Seveso.

Il programma culturale prosegue anche a Calendimaggio concluso: venerdì 11, nel santuario, la serata di elevazione musicale a cura del corpo musicale "Santa Cecilia" e delle corali della città di Seveso. Il 18 maggio, sempre nel santuario alle 21, la serata culturale "Chiesa dalle genti" con interventi e testimonianze. Il 20 maggio, infine, nel santuario il concerto finale del corso di direzione concertazione corale a cura dell'Accademia "Gaetano Marziali".

Tutte le proposte sono a ingresso libero e gratuito.

In allegato il programma completo.

ALLEGATI