[19/2/2007] - La festa dei campionissimi

Tre giovani campioni italiani, tre grandi atleti che hanno portato in alto il nome di Seveso a livello nazionale. Giovedì sera nella sala civica di Villa Dho i tre campionissimi tricoli, Alice Arzuffi, Valeria Tagliabue e Simone Bresolin, sono stati festeggiati dall´amministrazione comunale che ha consegnato loro una doverosa onoreficenza pubblica.

"Che lo sport di Seveso sia sempre stato di alto livello non ci stupisce - ha dichiarato Marco Mastrandrea, assessore allo Sport -. Quello che ci rende orgogliosi è vedere come dei giovanissimi abbiano la determinazione e la dedizione per raggiungere risultati di livello supremo. Significa che l´investimento che anche come amministrazione facciamo a partire dalle scuole è utile, e seminando buoni valori si raccolgono soddisfazioni ancora più grandi".

Alice e Valeria sono nella squadra del Cicli Fiorin, vera fucina di talenti : per Alice si tratta del primo titolo importante. La dodicenne di Seveso si è laureata ai recenti tricolori di Lucca come campionessa italiana Ciclocross nella categoria Donne Esordienti 1° anno. Corre con i colori del Gs Cicli Fiorin Despar da due stagioni.

"Ha preso il posto della cugina che aveva vinto l´anno scorso nella stessa categoria e che oggi è infortunata - ha commentato il patron Guido Fiorin -. E poi ha ereditato la grinta della madre".

Valeria Tagliabue, invece, è una veterana dei podi importanti: per il quarto anno consecutivo è stata incoronata Campionessa italiana, due volte per la categoria Donne Allieve, gli ultimi due anni nella categoria Donne Juniores, sempre nella specialità Ciclocross. Dal 2001 in poi, cioè al suo secondo anno di attività, l´atleta del GS Cicli Fiorin Despar, che vive a Meda, ha dunque sempre conquistato il tricolore almeno una volta l´anno. Inoltre Valeria ha già provato l´esperienza della squadra nazionale e l´anno scorso è stata riserva del Campionato mondiale per la categoria Donne Elite.

"Voleva giocare a calcio - ha ricordato Fiorin - ma poi ha seguito la passione del padre per il ciclismo. Va forte in tutte le specialità ed è per questo che l´allentore della nazionale la tiene d´occhio e la porta con sè a fare esperienze anche in gruppi più maturi".

Il più piccolo del trio dei campioni, Simone Bresolin, classe 1996, vive a Seveso Altopiano e il 17 dicembre scorso ha vinto il titolo nazionale assoluto di Campione Italiano per la categoria Allievi Primo Livello. È atleta della società Ginnastica Sampietrina dal 2004 e ha conquistato il prestigioso titolo tricolore sbaragliando tutti gli avversari al termine di un´intensa competizione, tra gare regionali, interregionali e la finale nazionale di Fermo.

"E´ un ragazzo che si impegna moltissimo - ha spiegato Michele Quarto, presidente del Gs Sampietrina -. In uno sport ripetitivo, lui ha la dote di non arrendersi e di rimanere sempre concentrato. Se continuerà su questa strada avremo altri importanti traguardi da festeggiare".

"L´educazione passa anche attraverso lo sport, non c´è solo la cultura. Questi ragazzi sono un esempio per gli altri, per il sacrificio e la dedizione che dimostrano - ha commentato il sindaco Clemente Galbiati -. I risultati e le soddisfazioni arrivano facendo fatica e lasciandosi guidare dall´esperienza dei tecnici delle società sportive, che qui a Seveso è notevole".

Silvia Galimberti