[10/5/2007] - La raccolta si differenzia anche al cimitero

Anche al cimitero comunale si effettua la raccolta differenziata. Sib, la società che si occupa dell´igiene urbana, e Aspes, che ha in gestione il servizio cimiteriale, hanno avviato da un mese questa sperimentazione posizionando nel campo santo nuovi contenitori per la differenziazione di cellophane, fiori finti, vasi di plastica e ceri da un lato, e dall´altro fiori, erba e terra dei vasi.

"Da tempo avevamo intezione di avvaire questa campagna - ha affermato l´assessore Marzio Marzorati - ora con l´arrivo di Aspes e la presa in gestione delle questioni logistiche e funzionali, si è potuto pianificare anche questo aspetto".

L´obiettivo è proprio quello di sensibilizzare la cittadinanza a un rispetto delle norme che regolano la raccolta domestica anche in un luogo particolare come il cimitero, dove i rifiuti prodotti sono consistenti: "Ci attendiamo di raccogliere tra i 25 mila e i 40 mila Kg di verde, che prima andavano all´inceneritore - ha spiegato Ruggiero Dascanio, direttore tecnico di Sib -. E considerando che il compost costa 33 euro al chilo contro i 103 euro dello smaltimento all´inceneritore dei rifiuti indifferenziati, si dovrebbero raggiungere anche obiettivi di risparmio economico. Ma per fare tutto ciò è fondamentale la condivizione degli obiettivi con i cittadini".

I contenitori della raccolta differenziata, con questa operazione, sono anche aumentati all´interno del cimitero: oggi ne sono presenti 40 da 240 litri, disseminati in maniera omogenea in tutta l´area, quindi più ragiungibili dagli utenti.

"Si tratta del primo intervento della gestione Aspes - ha dichiarato il presidente dell´azienda partecipata Mario Borgotti - ed è importante la collaborazione dei cittadini. Il nuovo sistema, introdotto da un paio di mesi, sta dando risultati con un po´ di fatica, c´è ancora un po´ di commistione dei rifiuti ma notiamo costanti miglioramenti. E´ solo l´inizio delle attività incentrate sul cimitero: entro la fine dell´anno è previsto un ampliamento sul lato Est e la creazione di un monumento cinerario con un giardino delle rimembranze. COn l´inizio dell´estate sistemeremo invece la cappelletta dei caduti per valorizzarla".

Silvia Galimberti