[22/6/2007] - Servizi sociali all´esame finale

Oltre ai cittadini ora c´è anche l´università: l´operato dei Servizi sociali, che già riscuote un alto grado di soddisfazione da parte degli utenti quotidiani, ora verrà giudicato anche in modo molto scientifico e qualificato. L´amministrazione comunale, infatti, ha deciso di affidare all´Università di Milano Bicocca il compito di valutare l´attuazione del principio di solidarietà sul territorio in seguito alle attività svolte dall´assessorato alla Famiglia e solidarietà sociale.

All´amministrazione, naturalmente, interessa prima di tutto il parere dei cittadini: sono loro gli utenti finali e, pertanto, il servizio dev´essere modellato su di loro. La Giunta, tuttavia, ha ritenuto opportuno rivolgersi a un ente di ricerca per provare a fare il punto della situazione e per verificare, in tal modo, se è opportuno modificare le modalità o addirittura alcuni obiettivi dei progetti che si intendono perseguire nell´ambito sociale.

Il lavoro, pertanto, si preannuncia piuttosto lungo: la consegna è attesa per la primavera del prossimo anno. Del resto, trattandosi di università, il modo di operare diventa scientifico. Bisogna raccogliere dati, valutarli, confrontarli, prima di poter trarre conclusioni.

"Si tratta di un´opportunità unica - commenta Marzio Marzorati, assessore alla Famiglia e solidarietà sociale - perché credo sia giusto analizzare cinque anni di lavoro intenso nel campo sociale. E´ un´analisi non solo delle attività, ma anche della qualità. In sostanza si tratta di studiare in modo rigoroso in che direzione va la nostra progettualità, cercare di dare un peso al capitale sociale presente sul nostro territorio. Dopo una legislatura, credo sia giusto rivolgersi a un ente scientifico per "certificare" in modo molto trasparente quanto è stato fatto, ma anche chiedersi come è possibile aumentare più processi per dare valore al capitale sociale (volontariato, associazioni, terzo settore, ecc.) che opera a favore della città".


Gualfrido Galimberti