[9/9/2007] - Più sicurezza ai commercianti

Prosegue il sostegno alla sicurezza per gli operatori commerciali della città: sono stati prorogati i termini per fare domanda dei finanziamenti che il Comune mette a disposizione degli esercenti che intendono investire nei sistemi di sicurezza a protezione della propria attività.

Per dare spazio a nuove richieste l´amministrazione ha infatti deciso di riaprire il bando scaduto il 30 luglio: le domande possono essere presentate entro il 30 ottobre 2007, prevedendo opere realizzate entro la fine dell´anno (31/12/2007). Mentre la rendicontanzione economica delle spese sostenute, sulla base delle quali sono erogati i contributi, devono pervenire entro il 28 febbraio 2008.

"Il progetto è molto positivo e occorre continuare a investire in questa direzione - ha affermato Marco Mazzucco, assessore alla Polizia Locale -. Il tema della tranquillità nel lavoro non va assolutamente sottovalutato, tanto che questa scelta è dovuta a un dialogo con gli operatori del settore e a una assunzione di responsabilità da parte di chi amministra. La Polizia locale svolge un ruolo determinante nello scoraggiare atti criminali, ma molto spesso non basta. Occorre quindi integrare questa sorveglianza con dispositivi di allarme o telecamere per monitorare la situazione e contribuire a infondere un clima di serenità".

Il fondo messo a disposizione dal Comune era di 15 mila euro: i contributi concessi sono pari al 30% del costo totale dell´intervento fino ad un massimo di 400 euro per unità locale o, nel caso di esercente con più unità locali, di 700 euro per ciascuno esercente, fino al raggiungimento dello stanziamento totale.

Entro i termini previsti dal bando sono giunte 4 domande, di cui tre sono state accettate in quanto idonee, mentre una è stata scartata per mancanza di requisiti. Quindi ad oggi solo 1200 euro sono stati assegnati.

"La proroga è stata decisa nella convinzione che questi soldi arrivino a destinazione ¯ ha aggiunto l´assessore ¯ anche in accordo con l´Unione dei Commercianti, che si è resa disponibile a diffondere i termini del bando attraverso l´Ascom, l´informatore di categoria. Speriamo quindi che un maggior numero di esercenti decida di approfittare di questa opportunità".