[20/3/2009] - Seveso in prima linea per la cultura

Seveso si contraddistingue e se a dirlo è un famoso critico d´arte c´è da credergli. In prima linea sulla cultura e in controtendenza rispetto al panorama culturale che  circonda la città, Seveso si classifica in assoluta sintonia con i player culturali più importanti. L´elogio arriva da Dorian Cara (nella foto), che sulle pagine della rivista dell´Anci, l´Associazione nazionale comuni italiani, loda l´operato di Luca Allievi, assessore alla Cultura.

Nell´articolo il critico parla della ricerca di un nuovo mecenatismo e di marketing territoriale, mettendo soprattutto in luce il fatto che a Seveso si dà generosamente spazio ad eventi di carattere culturale che, oltre ad arricchire il palinsesto civico, contribuiscono sensibilmente a vivacizzare il territorio.

Il riferimento è legato in particolare a due importanti iniziative intraprese dall´assessorato di Luca Allievi: la prima è legata alla ricerca di sponsor. L´intenzione infatti è quella di reperire risorse da destinare alla realizzazione di una serie di manifestazioni e pubblicazioni a carattere culturale con un duplice scopo: ampliare l´offerta culturale per garantire ai cittadini maggiori opportunità ricreative e di svago, e dare la possibilità a commercianti e imprese locali di godere di ulteriore visibilità sul territorio a vantaggio della cultura.

La seconda invece è l´apertura di una sala sita in via Silvio Pellico che verrà utilizzata per le mostre, il che sottolinea la volontà dell´Amministrazione comunale di promuovere ulteriormente la diffusione della cultura attraverso una nuova strategia. Si tratta, come spiega Dorian Cara, del marketing territoriale, "ossia prestare a titolo gratuito lo spazio civico predisposto per allestimenti temporanei e destinarlo ad eventi culturali, in cambio di un´opera d´arte dell´artista ospitato, con numerosi vantaggi per tutti".

L´ente infatti potrà acquisire un bene di valore artistico che andrà ad aggiungersi al patrimonio comunale, nonché il prestigio dell´istituzione, offrendo contemporaneamente un momento culturale ai concittadini. Il curatore e l´artista invece godranno di un´utile vetrina per diffondere la conoscenza del proprio operato.

A proposito di Luca Allievi, il critico d´arte Dorian Cara scrive: "Ultimamente, come curatore e critico d´arte, sto incontrando amministratori sensibili a questo tipo di modalità gestionale. Mi riferisco all´assessore alla Cultura del comune lombardo di Seveso, Luca Allievi, che a breve inaugurerà un importante spazio culturale, aperto con le medesime illuminate modalità d´incontro".

Dal canto suo, l´assessore spiega: "La sala espositiva di via Pellico, quartiere San Pietro, era stata destinata dalla precedente amministrazione a sala consiliare. La cronica mancanza di spazi del comune di Seveso mi ha indotto a proporre ai miei colleghi di giunta di adibire questi locali a zona espositiva per poter permettere anche alla nostra città di ospitare mostre di artisti vari o in collaborazione con enti museali. Mi fa piacere che anche l´Anci si sia accorta di questa ventata di novità che proviene da Seveso. L´aver poi emesso il bando per le sponsorizzazioni, che va nella direzione di trovare del nuovo mecenatismo tra il mondo produttivo, fa sì che ci possiamo assolutamente considerare in linea con le nuove tendenze del panorama culturale brianzolo e milanese. E la certificazione arriva da un critico d´arte".