[10/4/2009] - Depositato in Comune lo studio di fattibilità

E´ stato depositato ufficialmente in questi giorni in Comune lo studio di fattibilità redatto dalla società Nord_Ing di Ferrovie Nord Milano. Si tratta di un approfondimento tecnico che prende in considerazione tutti gli scenari possibili nell´ottica di un intervento definitivo e di particolare impegno, destinato a condizionare in modo permanente sia l´assetto urbano, sia l´assetto della ferrovia.

Non si tratta infatti soltanto di "portare sottoterra gli impianti esistenti", ma di sfruttare l´occasione irripetibile per rinnovare gli impianti e dar loro un assetto più funzionale e definitivo, anche in funzione dei possibili sviluppi futuri del traffico ferroviario.

E´ lo stesso Raffaele Cattaneo, assessore regionale a Infrastrutture e Mobilità a sottolineare la validità del progetto: "Lo studio - dichiara Cattaneo - costituisce senza dubbio un importante punto di riferimento per la programmazione e l´attività futura sulla rete ferroviaria regionale, che contempera le esigenze di carattere più prettamente ferroviario a quelle di natura urbanistica e viabilistica".

Lo studio di fattibilità nel dettaglio

Entrando nei particolari, lo studio di fattibilità prevede un nuovo assetto per la stazione di Seveso: 4 binari tendenzialmente dedicati, due per Camnago e due per Meda, serviti da banchine lunghe 250 metri e alte 55 centimetri per permettere l´incarrozzamento a raso. Il totale dei tratti in trincea è di 1740 metri, mentre quello in galleria è di 1160 metri.

Il dato più importante da evidenziare è che l´intervento di interramento locale risulta fattibile senza interrompere l´esercizio ferroviario, programmando le fasi costruttive in modo da mantenere la circolazione attiva su un solo binario. Inoltre durante i lavori verranno evitate significative modifiche all´orario sul lato Milano.

In questa fase dello studio è prevista l´ipotesi di realizzare una linea ferroviaria provvisoria a semplice binario sulla viabilità ad est della linea esistente, che si innesti su due binari della stazione che rimarranno in esercizio. Trasferita la circolazione ferroviaria sulla linea provvisoria, i binari dismessi diventeranno la sede del cantiere per la realizzazione delle paratie e del piano del ferro. Sul lato Camnago potrà essere assicurata la sola comunicazione funzionale con il deposito, tramite uno dei binari del parco ferroviario.

Il tracciato della linea interrata e le fasi realizzative per l´abbassamento del piano del ferro sono state ottimizzate per ridurre le interferenze con gli edifici esistenti, andando, dove possibile, ad impegnare provvisoriamente la sede stradale a fianco del tracciato esistente.

Il costo totale dell´investimento è di 93 milioni di euro.

Le dichiarazioni

"Ferrovie Nord Milano ha affermato che non solo l´interramento è fattibile, ma anche auspicabile in presenza di un contributo dell´ente locale al finanziamento - sottolinea il sindaco dott. Massimo Donati -. Sono state previste tutte le soluzioni possibili da affrontare nella fase dell´apertura dei cantieri e soprattutto per quanto riguarda il lato economico. Vorrei mettere in evidenza il fatto che non ci sarà interruzione di servizio. Questo non significa che non ci saranno disagi per i cittadini, ma che il servizio verrà garantito a tutti gli effetti. Abbiamo richiesto al Ministero di inserire quest´opera tra quelle connesse all´Expo 2015 al fine di avere tempi certi per la realizzazione, anche per il ruolo che Seveso dovrà necessariamente rivestire in quella manifestazione".

"E´ con grande orgoglio che comunico alla cittadinanza che il sogno di vedere interrata la ferrovia è realizzabile - dichiara Floriana Belotti, assessore alle Grandi opere infrastrutturali -. Dopo anni di una viabilità congestionata, passaggi a livello chiusi che formano lunghe code di auto, automobilisti sempre più arrabbiati, cittadini esasperati dai concerti clacsofonici, dallo smog e dal rumore Seveso urla a gran voce l´impellente necessità di una soluzione efficace ed efficiente: l´interramento. La nostra cittadina è arrivata al punto di "non ritorno" ed è ora il momento per immaginare la riqualificazione di Seveso". E ancora: "Lo studio di fattibilità è un grande passo effettuato con serietà e determinazione, frutto del dialogo e delle relazioni interpersonali mirate a creare un clima di stima e collaborazione tra gli amministratori locali e l´assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità, Raffaele Cattaneo e i dirigenti di FNM ing. Roberto Ceresoli; supportato dal contributo di alcuni esponenti politici di rilievo quali il presidente del Consiglio Regionale Giulio De Capitani, l´onorevole Paolo Grimoldi, l´assessore regionale Davide Boni, Massimo Ponzoni e l´assessore regionale Massimo Zanello".

Un sogno che diventa realtà, sottolinea l´assessore Belotti, per una Seveso nuova. "Sembra uno slogan pubblicitario ma non lo è - prosegue l´assessore -. Seveso avrà un´occasione per cambiare. Uno dei punti cardini, per non dire il primo, delle linee di governo dell´Amministrazione di Seveso è l´interramento della tratta ferroviaria e dal giorno dell´insediamento si persegue tale obiettivo impegnandosi seriamente poiché consapevoli e convinti che, per quanto arduo il percorso, la meta è raggiungibile. L´aspettativa prodotta, nella quotidianità cittadina, da questo importante intervento funge da prepotente stimolo alla sottoscritta ed anche se si è solo all´inizio di un difficile ed impegnativo percorso, questo debba essere assolutamente condiviso. Pertanto reputo determinante ed indispensabile la partecipazione dei cittadini affinché possano sentirsi parte attiva per realizzare il futuro della nuova Seveso".

Intanto l´Amministrazione comunale sta predisponendo un Consiglio comunale ad hoc che si terrà presumibilmente il 22 e 23 aprile.