[30/9/2009] - L´esperienza di Seveso alla conferenza internazionale

Nei giorni di venerdì e sabato 2 e 3 ottobre si terrà a Venezia la conferenza internazionale "Venezia 2009 la salute del pianeta terra e dell´uomo disastri ambientali - irresponsabilità e tutela". Il Convegno Internazionale, è organizzato e promosso dall´Accademia di Scienze Ambientali di Venezia (IAES), sotto l´Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il Patrocinio del Ministero dell´Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Durante la due giorni interverranno numerose personalità di rilievo nazionale e internazionale della politica, della scienza e della cultura tra i quali alcuni premi Nobel per la Pace e Capi di Stato e di Governo. Il Forum Internazionale culminerà con l´adesione alla "Carta di Venezia 2006" e l´appello del Premio Nobel per la Pace Adolfo Perez Esquivel e dei presidenti IAES Antonino Abrami e Giuseppe Cartei per l´istituzione della corte penale internazionale per i reati contro l´ambiente.

Tra i relatori è stato invitato anche il sindaco dottor Massimo Donati che avrà così l´occasione di raccontare l´esperienza di Seveso a partire dalla costruzione dell´archivio della memoria realizzato in collaborazione con la Fondazione Lombardia per l´Ambiente e Legambiente per arrivare all´impegno della cura del Bosco delle Querce insieme a Regione Lombardia.

L´intervento del dottor Donati è inserito nella sezione "disastri e responsabilità - Quale giustizia per i disastri" e sarà preceduto da una serie di contributi tra cui quello di Piero Grasso, procuratore nazionale antimafia.

"E´ un´occasione importante per Seveso - afferma il sindaco -. Da un lato abbiamo l´occasione di raccontare la nostra esperienza di fronte ad una platea prestigiosa, dall´altro avremo l´occasione di confrontarci con esperti di fama internazionale per comparare esperienze che possono rafforzare la necessità dell´istituzione della Corte Penale Europea dell´Ambiente e la Corte Penale Internazionale dell´Ambiente".

Tra gli obiettivi dell´Accademia di Scienze Ambientali di Venezia c´è quello di costruire una vera propria banca dati degli incidenti ambientali che sia di supporto alla Corte Penale.

"Qui - prosegue il sindaco -  il nostro contributo sarà fondamentale. L´archivio della memoria che abbiamo costruito negli anni è stato visitato nei mesi scorsi da una delegazione della Regione Veneto e sarà utilizzato come buona pratica per realizzare la banca dati complessiva. Certo, il compito dell´Accademia  è immane. Per questo abbiamo chiesto e trovato la collaborazione anche di Regione Lombardia con l´assessore alla Qualità dell´Ambiente Massimo Ponzoni e, nei prossimi mesi, si rafforzerà la collaborazione  con la Regione Veneto che sostiene, fin dalla sua nascita, l´Accademia di scienze ambientali di Venezia" - ha concluso il dottor Donati. 

Per saperne di più, clicca qui