[21/5/2020] - Ordinanza sindacale

Il sindaco Luca Allievi ha firmato un'ordinanza per cui i proprietari e/o conduttori di terreni incolti o coltivati, i proprietari di aree verdi in genere, incolte, abbandonate o aree artigianali, industriali, ecc. dismesse, i responsabili dei cantieri edili aperti, i proprietari di aree in genere, inedificate, recanti depositi temporanei e/o permanenti all’aperto, i proprietari di aree verdi in genere; ciascuno per le rispettive competenze, devono provvedere allo sfalcio delle erbe infestanti, alla loro rimozione e diserbo e provvedere alla regolazione delle siepi, al taglio dei rami delle alberature e delle piante che si protendono oltre il confine di proprietà, sui marciapiedi, sul ciglio stradale, ed in genere sulla proprietà pubblica, con conseguente rimozione e smaltimento dello sfalcio e dei residui vegetali.

L'ordinanza si è resa necessaria perché l’incuria, oltre ad incidere sulla qualità dell’ambiente circostante, costituisce veicolo per la diffusione e propagazione di vegetazione infestante, tra cui l’ambrosia; tale condizione può altresì:
- favorire la proliferazione di animali pericolosi per la salute pubblica ed in particolare: di topi; rettili; oltre che di insetti nocivi o fastidiosi, che facilmente completano il loro ciclo vitale in tali luoghi;
- nascondere o rendere poco visibile la segnaletica stradale, gli impianti semaforici, la pubblica illuminazione o in taluni casi, restringere la carreggiata;
- determinare le condizioni ideali per l’accumulo e/o abbandono di rifiuti.

Per leggere l'ordinanza integralmente cliccare sull'allegato.

ALLEGATI