Anvolt, un boom di richieste

 
Sono state 86 le donne di Seveso che nel weekend del 21 e 22 aprile hanno usufruito delle visite gratuite effettuate dai ginecologi dell´Anvolt, con un incremento notevole rispetto all´anno scorso, quando le persone visitate in due giorni erano state circa una sessantina.

Sulla scia dei consensi registrati nel 2006, anche questa volta la Festa della donna si è fatta promotrice di una campagna di sensibilizzazione e prevenzione dei tumori femminili in collaborazione con Anvolt (Associazione nazionale volontari lota contro i tumori), offrendo la possibilità alle sevesine di sottoporsi a uno screening completo (visita ginecologica, senologica e pap-test) in due giorni non lavorativi.

Il bilancio al termine del weekend è stato molto positivo: su 92 prenotazioni, sono state 86 le donne che si sono presentate all´appuntamento. Di queste, 82 hanno effettuato una visita senologica, 72 una visita ginecologica e 73 il pap-test.

I reperti sono stati inviati dai volontari dell´Anvolt all´ospedale Niguarda e saranno pronti nel giro di una venitna di giorni. Tutti i referti verranno inviati al Comune: l´ufficio Relazioni col Pubblico provvederà quindi a contattare telefonicamente le interessate per comunicare le modalità del ritiro.

Nei casi in cui vengano riscontrate patologie particolari, l´Anvolt si metterà personalmente in comunicazione per indirizzare le persone in strutture pubbliche dove effettuare esami più approfonditi. 

"E´ una grande soddisfazione - ha affermato Marco Mastrandrea, assessore a Sport e tempo libero - poter promuovere un messaggio così importante come quello della prevenzioni dei tumori femminili, aiutando anche concretamente le donne nel monitorare la loro situazione. Molto spesso all´origine della degenerazione di questi mali c´è la trascuratezza: le donne hanno sempre poco tempo per se stesse, invece curati per tempo molti casi possono essere risolti positivamente e senza eccessivi traumi".

Chi fosse interessato a prenotare una visita ginecologica e senologica gratuita può comunque rivolgersi all´Anvolt (numero verde 800.822.150) ed effettuarla nella sede di Milano.


Silvia Galimberti