Incontri sull´incidente Diossina

 
Quest´anno ricorrono i 40 anni dall´incidente che il 10 luglio 1976 alle 12.37 cambiò la Storia delle Comunità di Seveso, Meda, Cesano Maderno e Desio.

 

Sarà un anno intenso dove diversi e vari saranno i momenti di approfondimento che vedranno coinvolto anche il Bosco delle Querce, il parco naturale regionale nato a seguito dei lavori di bonifica.

 

Incontri, seminari, convegni a Seveso ma non solo.

 

Giovedì 21 gennaio, infatti, a Milano le operatrici di Legambiente incontreranno due classi quarte del Liceo scientifio N. Moreschi per un approfondimento proprio sull´incidente, sulla bonifica e sulla risposta delle Città, il cui esempio più visibile è il Bosco delle Querce.

 

Il 29 gennaio poi la Storia si "trasferirà" a Monza nell´ambito del pomeriggio di studio organizzato dagli avvocati della Camera Civile di Monza, pomeriggio dal titolo "A 40 anni dalla nube di diossina: memoria del territorio e diritti tutelati". L´approfondimento si terrà allo Sporting Club viale Brianza 39 -, sarà aperto agli avvocati del territorio e avrà tra i relatori l´avvocato Borasi ("La vicenda di Seveso tramite le sue sentenze"), il professor Franzoni dell´Università di Bologna ("il caso Seveso, fra storia, cronaca e diritto") e il professor Ponzanelli dell´Università Cattolica ("l´importanza del caso Seveso nell´evoluzione del danno alla persona").

Introdurrà e modererà l´avvocato Zucchellini, consigliere della Camera Civile di Monza. Sempre a Monza e proprio in occasione dell´iniziativa proposta dagli avvocati della Camera Civile sarà esposta la mostra "Scatti di Memoria per raccontare una Storia. Seveso dall´incidente del 1976 al Bosco delle Querce" che è in "permanente" al Centro visite del parco con le fotografie tratte dall´Archivio della Famiglia Volpi www.archiviofamigliavolpi.it