Pedemontana

 
Mercoledì 16 marzo scorso l´Ufficio Ecologia e Ambiente è stato interpellato da alcuni cittadini che  chiedevamo lumi in merito all´avvio da parte di Pedemontana delle procedure relative al piano di  caratterizzazione dei terreni potenzialmente contaminati da diossina, poiché erano stati visti alcuni tecnici fare dei sopralluoghi con il relativo posizionamento di picchetti in terreni di proprietà privata.

 

Da una successiva verifica fatta dagli  Uffici comunali sia Pedemontana che Strabag hanno confermato che si trattava di interventi propedeutici rispetto all´avvio delle procedure.

Ancora una volta, sia la concessionaria che la società incaricata della caratterizzazione hanno disatteso gli accordi presi e condivisi  durante la Conferenza dei Servizi in Regione lo scorso anno e  nel tavolo di lavoro aperto con la Prefettura di Monza e Brianza nei mesi scorsi.

Non è, infatti, giunta alcuna comunicazione formale al Comune di Seveso, come non sono stati avvisati i proprietari dei terreni interessati. E non può essere una giustificazione quanto asserito dai tecnici di Strabag e Pedemontana "…che si trattava solo di sopralluoghi propedeutici al piano di lavoro da presentare e condividere poi con l´Amministrazione Comunale."

 

Il Comune invierà  una lettera di protesta al Prefetto di Monza e Brianza e ribadisce inoltre che tutto il percorso che porterà al piano di caratterizzazione dovrà essere condiviso  con le istituzioni e  con la popolazione.