Una firma per le pensioni degli invalidi civili

 
L´Anmic (Associazione nazionale mutilati e invalidi civili) ha avviato un´importante iniziativa legislativa popolare a favore dell´incremento delle pensioni e degli assegni degli invalidi civili.

La maggior parte degli invalidi è oggi costretta a vivere con 246 euro al mese (cioè con meno della metà dei 580 euro previsti per le pensioni minime) perché esclusa dagli incrementi per le pensioni più basse. Per questo l´Anmic promuove una proposta di legge che garantisca pensioni più dignitose per tutti gli invalidi civili, equiparandole alle pensioni minime.

L´Associazione è un punto di riferimento importante per tutte le persone a cui è riconosciuta l´invalidità civile: si occupa di informare i cittadini sui diritti di cui possono beneficiare, come per esempio protesi e ausili gratuiti, esenzione ticket, assegno mensile di assistenza. Inoltre fornisce informazioni necessarie riguardo il collocamento obbligatorio al lavoro, la pensione d´inabilità e tutto ciò che ogni invalido civile dovrebbe conoscere per fav valere i propri diritti.

Chi fosse interessato all´iniziativa legislativa in atto e volesse sostenerla con la propria firma può recarsi all´Ufficio anagrafe del comune di Seveso o alla sede Anmic di Seveso. Inoltre un responsabile sarà presente al mercato di Seveso sabato 5 e sabato 12 aprile.

In allegato il comunicato stampa e il volantino dell´iniziativa.

Ufficio anagrafe:
viale Vittorio Veneto, 3/5 - Seveso
dal lunedì al venerdì ore 9.00-12.20, il sabato ore 9.15-11.45 e il mercoledì anche ore 16.00-18.30

Sede Anmic Seveso (dopo il 2 aprile):
delegato responsabile Giacomo Vascella; tel. 0362-523071
ogni mercoledì dalle 18.00 alle 19.30 in via Arese 18 - Seveso

ALLEGATI