Pacchetto viabilità

 
Operativi da venerdì scorso i primi cambiamenti per migliorare la vivibilità sevesina.

Dal suo insediamento la nuova Giunta si è impegnata nello studio delle principali problematiche che disturbano la circolazione stradale, per risolvere le situazioni più critiche e migliorare la vivibilità del territorio. Tale analisi si è tradotta in modifiche viabilistiche che, incominciando qualche settimana fa con i nuovi divieti di sosta, sono state attuate gradualmente fino a diventare operative lo scorso fine settimana con cambiamenti di più ampio respiro.

Tra le questioni più urgenti arrivate sul tavolo del vicesindaco David Galli c´è l´assetto viabilistico di via Vignazzola e via Carducci. Per cercare di regolare il traffico e rendere più sicura la percorribilità dell´asse tra via Redipuglia e via Vignazzola, è stato deciso un nuovo schema di sensi unici in via Padre Masciadri, operativo da venerdì scorso: il primo senso unico nel tratto tra via Leopardi e via Eritrea, in direzione di via Europa Unita; il secondo tra via Redipuglia e via Eritrea, in direzione di via Carducci.

"Questo nuovo assetto - ha spiegato il vicesindaco David Galli con delega alla Polizia Locale - permetterà una migliore distribuzione del traffico insistente sulle vie Carducci e Padre Masciadri, aumentando il livello di sicurezza di un´arteria che oggi, a seguito del senso unico in via Vignazzola, risulta molto trafficata e a rischio anche per chi la percorre a piedi o in bicicletta per l´alta velocità delle vetture".

A questa misura si unisce anche un altro provvedimento che riguarda la via Vignazzola: per evitare il passaggio di mezzi pesanti nelle vie centrali di San Pietro, stiamo cercando degli accordi con il comune di Meda per consentire solo agli autocarri di raggiungere le aziende presenti in via Vignazzola, arretrando di circa 200 metri verso via San Carlo il limite della zona a senso unico.

Un altro punto critico della città, soprattutto nelle ore di maggior traffico, risulta la via San Martino dove non c´era possibilità di svolta fino a piazza Leonardo da Vinci e quindi il flusso veicolare risultava incanalato in code che spesso si protraevano fino al semaforo sulla ex Statale dei Giovi: per snellire il traffico da venerdì scorso si è dunque modificata la viabilità invertendo il senso unico di via Goito in direzione di via Cesare Battisti. Anche la via Cesare Battisti, di conseguenza, ha cambiato senso di marcia in direzione di via Solferino.

Infine, il primo provvedimento del "pacchetto viabilità" promosso dalla Giunta Donati riguarda il viale Vittorio Veneto dove la sosta su un lato della carreggiata restringeva il calibro della strada e rendeva a volte molto difficoltoso il passaggio contemporaneo di due vetture. Inoltre la presenza dell´oratorio poneva questioni di sicurezza non più rimandabili. Per ovviare a questo problema già da qualche settimana è in vigore il divieto di sosta lungo tutto il viale del municipio.

"Questa, come tutte le altre novità viabilistiche, è entrata in vigore - ha precisato Galli - dopo un´attenta pianificazione degli interventi da parte di Aspes, che oggi ha in carico la gestione della manutenzione. Ci siamo accordati con l´azienda municipale affinché questi lavori fossero effettuati il prima possibile e oggi possiamo offrire ai cittadini un nuovo e più sicuro assetto viabilistico nei punti che riteniamo più critici. I sevesini hanno il bisogno e il diritto di poter percorrere in maniera più ordinata e sicura la loro città".

Silvia Galimberti