Un affettuoso saluto a Gianna

 
Ieri pomeriggio all´Altopiano è stata organizzata una festa a sorpresa per Gianna Pavan la storica cuoca dell´asilo nido comunale che, dopo 30 anni di servizio, dal 1° di ottobre è andata in pensione.

Con un perfetto stratagemma alla maniera della trasmissione televisiva "Scherzi a parte", grazie alla collaborazione di un complice, ieri pomeriggio Gianna si è recata all´asilo nido comunale, ignara di essere la protagonista di un´affettuosa festa di ringraziamento e commiato organizzata dalle sue ex colleghe insieme all´amministrazione comunale.

La cuoca, che ha preparato con cura e passione i pasti dei bambini dalla fondazione del nido, 30 anni fa, fino allo scorso settembre, si è ritrovata inaspettatamente al centro di un´affettuosa festa tra le sue ex colleghe (alcune delle quali, in maternità, venute apposta per i festeggiamenti), Marina Sciarretta, coordinatrice della struttura, Gian Luigi Testa, capo area di Sodexo (la società del servizio mensa), e alcuni rappresentanti dell´amministrazione comunale.

"Non mi sarei mai aspettata una festa simile - ha commentato commossa Gianna Pavan -. Non avrei mai immaginato di essere festeggiata addirittura dall´amministrazione comunale, anche perché in questi anni ho semplicemente svolto il mio dovere. Certo, non nego di averlo fatto sempre con passione e amore".

E sono proprio la passione e l´amore verso il suo lavoro e verso i suoi bambini ad aver contraddistinto l´operato di Gianna Pavan, che viene ricordata da tutti come una cuoca adorabile e attenta.

"Gianna ha sempre lavorato con attenzione, professionalità e sensibilità - ha precisato Marina Sciarretta, coordinatrice del nido - e i genitori sanno che preparava per i loro bambini una pappa sana, fatta con amore e dedizione".

Gianna stessa aiutava le educatrici nel momento dei pasti e salutava ogni giorno i bambini prima di tornare a casa, creando un rapporto speciale con tutti i piccoli ospiti dell´asilo comunale. Per questo è doveroso dichiarare che Gianna non è stata solo la cuoca del nido, ma una figura di riferimento più complessa.

Significativi i segni di apprezzamento del prezioso lavoro svolto da Gianna in questi anni: le sue colleghe, oltre a regalarle una collana e un mestolo, hanno preparato una raccolta di ricordi fotografici e di disegni dei bambini e hanno composto una poesia scaturita dalle piccole e grandi occasioni vissute insieme, mentre l´amministrazione comunale ha voluto riconoscere ufficialmente l´importante operato di Gianna offrendole una targa di ringraziamento, che è stata consegnata dal consigliere Guerriero Iannotta, dal direttore generale Monica Mariani e dal responsabile settore Servizi alla persona Carmen Mucio.

D.M.

ALLEGATI