Firmate le convenzioni con nidi e materne

 
Ieri pomeriggio sono state firmate le convenzioni del Comune con le scuole dell´infanzia e gli asili nido paritari del territorio sevesino. Le convenzioni, predisposte la scorsa estate dall´Assessorato all´Istruzione ed Educazione con l´ausilio della Commissione Istruzione, sono state approvate durante il Consiglio Comunale di fine settembre, in cui è stato apportato anche un elemento di novità.

In seguito a un emendamento proposto dalla maggioranza, infatti, è stato modificato l´articolo 5 che disciplina le modalità di controllo del Comune nei confronti delle scuole: non è più necessario che gli enti presentino il proprio bilancio, ma sarà sufficiente fornire il numero degli iscritti, indicatore delle persone che usufruiscono effettivamente dei servizi erogati.

"Non ci sembra sensato, infatti - ha spiegato l´assessore all´Istruzione ed Educazione Luca Volpi -, chiedere di controllare il bilancio di enti che a volte comprendono anche altre voci, oltre a quelle di gestione della scuola, perché magari legate alla parrocchia o ad altre attività. Inoltre non riteniamo di nostra competenza controllare in questo modo enti che da molti anni dimostrano di saper offrire un servizio educativo di qualità alla cittadinanza sevesina".

Un´altra novità rispetto alle convenzione dell´anno scorso riguarda le modalità di pagamento dei contributi da parte del Comune: è stato infatti introdotto il pagamento anticipato suddiviso in tre rate annuali, agevolando la gestione finanziaria delle strutture.

Per il triennio 2008-2011, le tre scuole dell´infanzia paritarie di Seveso riceveranno dal Comune un contributo mensile di 77 euro ad alunno iscritto e residente in città, a fronte dei 71.63 euro della convenzione precedente. Si aggiunge, inoltre, una quota mensile per alunno di 20 euro  - contro i 15 euro dell´ultimo triennio - specificamente destinato all´abbattimento delle rette di frequenza sostenute dalle famiglie.

Una novità importante riguarda le sezioni "Primavera": le scuole, oltre ai 94.50 euro mensili di contributo (con incremento di 4,5 euro rispetto alla precedente convenzione) per ogni alunno iscritto e residente a Seveso, per la prima volta riceveranno anche un fisso di 20 euro ad alunno per l´abbattimento della retta di frequenza. Questo si tradurrà in un equivalente riduzione dei costi per le famiglie.

Per gli asili nido, invece, la convenzione sarà della durata di due anni, fino al 2010, quando scadrà l´appalto dell´asilo nido comunale: il contributo per ciascun bambino iscritto all´asilo nido e residente in città è di 120 euro mensili per la frequenza full time e di 100 euro per quella part-time.

Si è deciso di far coincidere la scadenza della convenzione con quella dell´appalto del nido comunale perché l´amministrazione sta valutando l´ipotesi di affidare il sito a una cooperativa, ente o associazione che gestisca in modo autonomo la struttura. Le risorse risparmiate in questo modo dal comune potranno essere così ridistribuite in "buoni scuola" che permetteranno una reale libertà di scelta educativa alle famiglie di Seveso, le quali potranno usufruire di tali agevolazioni in ogni struttura della città.

Don Luigi Zanaboni, accompagnato dal Dirigente Maurizio Bizzozero, per la scuola parrocchiale "San Pietro Martire", Don Carlo Branca per la scuola dell´infanzia "B. V. Immacolata" di Baruccana e Vilma Gorla per l´"Asilo per l´infanzia di Seveso" hanno firmato la convenzione alla presenza dell´assessore Volpi e della Dott.ssa Carmen Mucio, responsabile settori Servizi alla Persona e Risorse della Persona.

"La presente amministrazione - ha concluso Volpi - vuole perseguire e rafforzare una politica che sostenga la famiglia e l´approvazione di queste convenzioni è un segnale della strada intrapresa. Le famiglie devono essere libere, infatti, di scegliere l´educazione che ritengono più opportuna per i propri figli, individuando il luogo più adatto alle loro esigenze".

D.M.