Premiato il film di Briantea84

 
Una doppia vittoria, un vero e proprio trionfo. Il film "Come ogni giorno", prodotto da Briantea84 con la regia di Pietro Porro, ha vinto la Guirlande d´Honneur, ovvero il primo premio, del Festival Internazionale del cinema sportivo "Sport movies & tv 2008" per la categoria Reportage. La giuria ha assegnato il riconoscimento ex equo anche all´opera cinese "Dream weavers, Beijing 2008".

Il concorso di livello mondiale, a cui hanno preso parte 180 opere provenienti da 44 Nazioni diverse, ha celebrato doppiamente il film del giovanissimo regista Pietro Porro, assegnandogli anche il Premio Opera prima "Fondazione Chiesa, Panathlon International". Questo secondo prestigioso riconoscimento è stato consegnato personalmente dal presidente del Panathlon International Vittorio Adorni.

PREMIAZIONE - La consegna dei premi è avvenuta mercoledì 5 novembre a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano. Alla cerimonia era presente per la Briantea il regista Porro accompagnato da Elena Pietroni e Davide Maniscalco, due dei tre protagonisti del film, le loro famiglie e il presidente Afredo Marson.

Patron della serata, l´infaticabile presidente della presidente della Ficts (Federation internazionale cinema television sportifs), nonché direttore del festival, il professor Franco Ascani, affiancato dalla madrina Valeria Marini.

SPORT E PACE - Grandi emozioni da parte di tutta la Briantea e soprattutto nel presidente Alfredo Marson che ha colto l´occasione importante e gli ospiti internazionali presenti per lanciare un appello di pace: "Questo momento sarà per me indimenticabile - ha affermato Marson - e questo film vuole essere l´inizio di un grande progetto per parlare di sport nelle scuole e coi giovani. Però questa sera voglio parlare di pace, una parola che ho sentito nominare molte volte.

"Tutti ormai conoscono la situazione dei giocatori iraniani di basket in carrozzina, squalificati fino al 2013 da tutti i campi da gioco mondiali per la vicenda di Pechino. Ora vorrei che i rappresentanti iraniani presenti stasera si facciano portatori di un messaggio di pace nel loro Paese, affinché lo sport sia realmente un fattore di coesione e non di divisione. Propongo che sia Milano capitale della pace attraverso lo sport, organizzando qui una partita tra le nazionali di Iran, Stati Uniti, Israele e l´Italia ovviamente. È importante che questo messaggio sia forte e che tutti credano nella possibilità dello sport di unire le persone".

Un appello lanciato in seguito alla penalizzazione dei giocatori iraniani, due dei quali militavano quest´anno tra le fila dell´Aurora Assicurazioni, che per 4 anni vedono troncata la loro carriera e la loro vita.

IL FILM: PROGETTI ¯ Ora il film "Come ogni giorno", fregiato di questi due prestigiosissimi riconoscimenti internazionali, si prepara a una diffusione  che si spera il più capillare possibile. "L´obiettivo - ha affermato Marson - è di entrare in tutte le scuole per trasformare questo documentario in un momento di confronto e dialogo sullo sport. Collaboreremo anche col Cip (Comitato italiano paralimpico) per coinvolgere tutte le società sportive. È importante promuovere i valori belli dello sport, oggi ancora di più".

IL FESTIVAL - Sport Movies & Tv 2008 - 26th Milano International FICTS Festival" si è concluso con la "Cerimonia di Premiazione" alla presenza di: Valeria Marini protagonista di show televisivi, spettacoli teatrali, film, spot pubblicitari, lo stilista Ottavio Missoni finalista nella gara dei 400m ostacoli ai "Giochi Olimpici Londra ‘48", Richard Fosbury oro olimpico Messico ‘68, inventore della tecnica salto in alto "Fosbury Flop", Edoardo Mangiarotti il più "medagliato" di sempre, Marco Sbernadori Editore, fondatore della Federazione Italiana Triathlon, Tania Cagnotto, prima donna italiana ad aver conquistato una medaglia mondiale nei tuffi.

Informazioni più dettagliate sulle opere premiate sul sito del Festival "Sport movies & tv":
http://www.sportmoviestv.com/articolo.asp?l=1&id=3658