Milano multietnica: se ne parla alla Fla

 

Un appuntamento con l'autore, in questo caso sono due, ma che non si limita al piacere della lettura visto che va a toccare un aspetto sociale oltre che un tema di grande attualità: venerdì 13 aprile alle 21 Donatella Ferrario e Fabrizio Pesoli, nell'auditorium della Fondazione Lombardia per l'Ambiente (largo 10 luglio 1976), presenteranno il libro "Milano multietnica".

L'iniziativa è organizzata dall'amministrazione comunale all'interno della rassegna "Il coraggio della pace" ideata nell'ambito di "Territori di cultura".

Milano è una città sempre più multietnica. Con oltre 250mila cittadini stranieri provenienti da 160 differenti nazioni, il capoluogo lombardo è da tempo in linea con l'evoluzione di tutte le grandi metropoli europee e occidentali. Questo libro tenta di tracciare una mappa della Milano multietnica del terzo millennio, e di disegnare un ritratto dei nuovi milanesi: gli immigrati che, ormai da diverse generazioni, hanno intrecciato la loro cultura di origine con quella della società che li ha accolti. Vengono prese in considerazione le dieci comunità più numerose (Filippine, Egitto, Cina, Perù, Sri Lanka, Romania, Ecuador, Ucraina, Marocco, Bangladesh) e in aggiunta altre cinque, assai significative per il loro rapporto con la storia della città: Armenia, Senegal, Eritrea, comunità ebraica e comunità rom e sinti. Ciascuna di esse è presentata attraverso un breve profilo storico, sociale e culturale, accompagnato dall'intervista a una o più personalità rappresentative. Completano il testo numerosi approfondimenti e curiosità, oltre a una raccolta di ricette tipiche. Un viaggio alla scoperta della bellezza, a volte appariscente a volte nascosta, della "nuova" Milano multietnica. Che - e questo è il dato forse meno noto - ha una storia lunga ormai almeno cent'anni.

La partecipazione alla serata, come sempre, è libera e gratuita per tutti.