Qui dentro siamo in troppe!

 

Era da diversi anni che il Comune di Seveso celebrava la Giornata internazionale della donna (8 marzo) ma nel 2020 il programma di eventi è stato annullato all’ultimo momento a causa dell’epidemia di “coronavirus”. Nel 2021 la situazione sanitaria non è pressoché cambiata, però c’è stato il tempo da parte dell’Amministrazione Comunale di organizzare,con la collaborazione di Sevesia Films (la società del Politeama 1945 - Cinema Teatro), iniziative rispettose delle misure stabilite per fronteggiare l’emergenza epidemiologica.   

Pertanto, nel mese di marzo si stanno tenendo una serie di eventi ad accesso gratuito on-line, visionabili o sulla piattaforma YouTube o sul canale Rai Cinema o sul canale Rai Play.

 

Tra questi lo spettacolo di Alice Bossi intitolato “Qui dentro siamo in troppe!”, che sarà trasmesso in diretta on-line sul canale YouTube dell'attrice venerdì 26 marzo alle ore 21. Il link è il seguente:https://www.youtube.com/watch?v=S1WVi1l0nag
 
Si tratta di un monologo a 5 voci, presentato così da Alice Bossi: "A volte amiamo e odiamo nello stesso tempo. Un giorno pensiamo di essere timide e il giorno dopo abbiamo coraggio da vendere. Sensuali, rozze, chiacchierone sono solo alcune delle parti che vivono dentro di noi: non possiamo farci niente, siamo incoerenti, è la nostra natura ed è ciò che ci rende uniche. La voce principale di una donna ci porterà a conoscere alcune delle diverse personalità dentro di lei: la mangiauomini che farà di tutto per attirare l'attenzione di un 'uomofantoccio', l'Influencer che in forma di pettegolezzo ci parlerà della sua vita prima della fama, l'Insicura alle prese con i suoi folli lati oscuri, e la Rozza che dietro l'apparente aggressività nasconde un cuore che ha solo bisogno di essere amato. A dar voce ai diversi personaggi saranno quattro monologhi tratti dai seguenti testi teatrali: Decadenze di Steven Berkoff, Ti ho sposato per allegria di Natalia Ginzburg, Il pagliaccio di Mc Donald's di Rodrigo Garcia e West di Steven Berkoff. Uno spettacolo per donne e uomini (giusto per creare loro ancora confusione) comico, frizzante e autoironico dedicato alle donne, alla loro forza, alla loro fragilità e alle loro tante sfaccettature.".

ALLEGATI