A scuola per progettare l´ambiente

 
Non solo libri e quaderni: i ragazzi imparano a gestire il territorio in cui vivono. È l´interessante progetto promosso dall´amministrazione comunale in collaborazione con la scuola media "Leonardo da Vinci" e l´associazione Fiume Vivo.

Un´area di 5 mila metri quadrati, situata in via Eritrea, è stata ceduta alla scuola con la formula del comodato. Una piccola porzione di città che serve ai ragazzi per approfondire i loro studi di matematica, fisica, chimica ma, soprattutto, per conoscere l´ambiente in cui vivono e per contribuire attivamente alla progettazione del territorio.

La sensibilità dell´amministrazione comunale, insieme alla disponibilità della Fondazione di comunità di Monza e Brianza che ha deciso di finanziare il progetto, ha permesso alla scuola di dotarsi di importanti strumenti per promuovere l´educazione ambientale tra i ragazzi. La collaborazione con Agenda21 consente loro di esprimere un´idea riguardo alla gestione dell´area.

"Un progetto interessante - afferma Marzio Marzorati, assessore alla Tutela e sostenibilità del territorio - perché grazie all´associazionismo si riescono a mettere in campo le responsabilità della scuola, chiamata a gestire un´area. I ragazzi imparano a vedere il proprio paese come un luogo in cui vivere e compiere scelte. Hanno già avanzato richieste per dare sviluppo all´area di via Eritrea, hanno già proposto idee interessanti che potranno essere utilizzate in altri quartieri della città. È significativo pensare che, grazie anche alle idee dei più giovani, un terreno e una città possano animarsi e svilupparsi".



G.Gal.