Emergency, diritto al cuore

 
IL PROGETTO

Il Centro, battezzato Salam, che in arabo significa pace, sorgerà sul Nilo Azzurro in un villaggio a 20 chilometri da Khartoum, capitale del Sudan e servirà un´area vasta tre volte l´Europa abitata da 300 milioni di persone. Potranno essere curati, oltre ai pazienti sudanesi, i malati che vivono nei nove Stati confinanti con il Sudan: Ciad, Egitto, Eritrea, Etiopia, Libia, Kenya, Repubblica Centro Africana, Repubblica Democratica del Congo, Uganda.


Il Centro sarà dotato di 3 sale operatorie, 15 posti di terapia intensiva, 16 di terapia sub-intensiva, corsia di 36 letti, oltre a una foresteria per ospitare i parenti dei pazienti; pronto soccorso, ambulatori, tomografia computerizzata, sala di emodinamica, radiologia, ecografia, banca del sangue, laboratori e fisioterapia.

Il Centro fornirà assistenza cardiochirurgica gratuita per tutti i pazienti, senza alcuna discriminazione politica, ideologica, sociale, etnica o religiosa. Potranno essere eseguiti ogni anno 1.500 interventi di cardiochirurgia su pazienti adulti e pediatrici. Il Centro sarà collegato ad ambulatori dislocati nei nove Paesi confinanti con il Sudan, che verranno utilizzati per la selezione dei pazienti che necessitano intervento chirurgico e per il follow-up a distanza. Emergency garantirà il trasporto areo dei pazienti da e per il Centro.


LO STAFF

Un team internazionale di oltre 50 specialisti avra´ la responsabilita´ del Centro dal punto di vista clinico, gestionale, amministrativo. Lo staff internazionale avra´ anche il compito di  formare il personale sudanese in vista della progressiva autonomia del Centro.


I COSTI

I costi di costruzione ed equipaggiamento del Centro e delle Cliniche satelliti, e i costi di funzionamento del Centro per il primo anno di attivita´, sono previsti in circa 20 milioni di euro. I lavori dovrebbero terminare entro la prossima estate. L´inizio delle attivtita´ cliniche è previsto per l´autunno 2006.


I PARTNER

La prima fase del progetto è partita grazie al sostegno economico di: Monte dei Paschi di Siena, Provincia di Venezia, Regione Toscana e Telecom Progetto Italia.

LA CAMPAGNA

Per tutto il periodo della campagna "Diritto al cuore", dal 3 febbraio al 6 marzo, sarà attivo un numero raggiungibile da qualsiasi cellulare oltre che da telefono fisso. Un SMS al 48587 corrisponderà al versamento di 1 euro a Emergency (Iva esclusa). Se la chiamata verrà fatta da un telefono fisso il contributo sarà invece di 2 euro (sempre Iva esclusa). Le compagnie di telecomunicazioni Telecom, Tim, Tre, Vodafone e Wind verseranno per intero la somma sottoscritta dagli utenti.