Murales: vince il ´Sogno infinito´

 
Un castello sospeso, una stella e la luna che illuminano il blu della notte: il "Sogno infinito" di Isaac Dante, giovane artista di Lentate sul Seveso, ha vinto la prima edizione del concorso Murales, aggiudicandosi l´assegno di 500 euro, una targa, il libro e la spilla di Seveso. La sua opera ha ricevuto il più alto numero di voti (58 su 183) del pubblico che venerdì 2 giugno ha preso parte a una Festa della Repubblica sui generis all´interno del parco "Dottor Pregadio" di via Ferrini. Organizzatori dell´evento gli attivissimi residenti del Comitato Dossi affiancati dall´ufficio Sport-Tempo libero.

"La giornata di oggi è, al di là di tutto, un successo - ha affermato Marco Mastrandrea al momento della premiazione - perché dopo svariati tentativi andati a male, questa è la prima edizione del Concorso Murales. Il risultato è molto positivo, pur essendo un esordio, e il merito va riconosciuto al Comitato Dossi che da mesi è impegnato nell´organizzazione di questa iniziativa".

Dalle 9 di mattina fino a tutto il pomeriggio il giardino pubblico di Seveso ha visto all´opera con spray e pennelli i cinque finalisti nominati dalla giuria tecnica tra i 40 bozzetti iscritti al concorso: il secondo posto è stato assegnato a una sevesina, Manuela Bonsaglio, che con il suo murales intitolato a Seveso ha vinto 300 euro. Ha ricevuto l´assegno di 200 euro Marcella Cambria di Uboldo con l´opera "Naturandia" (medaglia di bronzo), mentre a Dario Brivio di Macherio con "Quartiere di colore" (quarto classificato) e a Jasmin Bakhshi di Cadorago è andato il premio di consolazione di 100 euro.

I cinque murales - realizzati su pannelli mobili - rimarranno esposti al parco di via Ferrini per tutto l´anno, in attesa del Concorso Murales 2007 che eleggerà i nuovi graffiti.

"L´idea - ha spiegato Antonio Anzivino, presidente del Comitato Dossi - è che ogni anno il giardino cambi faccia con murales sempre diversi. Ci piacerebbe infatti che questo evento diventasse un appuntamento fisso della città creando interesse nelle scuole e un movimento artistico sempre più ampio. Le opere realizzate verrebbero a quel punto donate alle associazioni della città, per decorarne le sedi o per una vendita di beneficenza".

Ma la festa del 2 giugno non è stata solo murales: la manifestazione ha coinvolto associazioni sportive, scout e orchestre. Nel pomeriggio si sono esibiti gli scout Rover Cngei di Cesano Maderno, gli esperti di tiro con l´arco della Polisportiva Cucciago ´80 - che hanno offerto a tutti la possibilità di provare la disciplina - e gli under 16 e 18 della Cestistica Seveso. e per finire serata di danze al Centro Polifunzionale di via Redipuglia dove i "Geriatrix" hanno suonato musica anni ´70.


Silvia Galimberti