Giovani coppie, fondi regionali per la prima casa

 
La Regione accorre in aiuto dei giovani coniugi, e li aiuta a metter su casa. È uscito il bando regionale 2006 che attribuisce agli sposi novelli, o futuri sposi, un contributo di 5 mila euro per l´acquisto della prima casa.

Tra i requisiti necessari per poter presentare la domanda, ne segnaliamo alcuni:
  • la data del matrimonio dev´essere compresa tra il 6 luglio 2005 e il 6 luglio 2006
  • entrambi i coniugi non devono aver compiuto i 36 anni alla data del 6 luglio 2006
  • il reddito, stabilito con autocertificazione, deve avere un indicatore ISEE massimo di 35 mila euro.

Il contributo non è ovviamente cumulabile ad altre agevolazioni della stessa natura. L´immobile acquistato, che deve trovarsi in territorio regionale, può avere un valore variabile compreso tra i 25 mila e un massimo di 200 mila euro, lo stesso importo massimo che può avere il mutuo destinato a coprire il costo della casa. Sia l´atto di acquisto che il relativo mutuo devono essere stipulati tra il 6 luglio 2005 e il 6 luglio 2007: il finanziamento, o mutuo, richiesto deve avere una durata minima di 5 anni. 

È inoltre indispensabile che almeno il 50% della proprietà sia intestata ad uno dei due coniugi, della parte restante possono essere cointestatari anche altri parenti fino al secondo grado, in base alla tabella in allegato al bando. 

Le domande per avere il contributo vanno presentate  dai coniugi presso i centri CAAF convenzionati con la Regione, dal 4 settembre al 31 ottobre 2006, senza ulteriore documentazione da allegare ma con i dati necessari alla mano - elencati in allegato al bando. La graduatoria definitiva verrà approvata entro il 30 novembre: l´ordine seguirà il valore crescente dell´indicatore di reddito ISEE, con priorità verso le coppie i cui componenti siano entrambi lavoratori atipici.

Ormai alla sesta edizione, il bando conferma dunque una ferma intenzione della giunta regionale di dare un aiuto concreto alla famiglia e ai giovani, con uno stanziamento complessivo di 10 milioni di euro per far fronte alle richieste: un buon incentivo al matrimonio e a costruirsi una nuova vita insieme.

Per ulteriori informazioni, per scaricare il bando con i suoi allegati e l´elenco dei centri CAAF, il sito della Regione Lombardia.

R. T.