68° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

 
IN BIBLIOTECA A SEVESO L´INCONTRO CON DUCCIO JACHIA, AUTORE DI "EVASIONE IN BICICLETTA, DIARIO DI UN GIOVANE PARTIGIANO EBREO"
Durante la serata la "Gazzetta di Baruccana" presenterà l´indagine tra i cittadini  "Percezione e significato della Giornata del 25 Aprile"

Il 68° Anniversario della Liberazione dal Nazifascismo è lo spunto per una serata di riflessioni che la Biblioteca Civica "Villa del Sole" di Seveso e l´Associazione "Senza confini" propongono per venerdì 26 aprile alle ore 21.00, nell´ambito della rassegna "Culturalmente".
Si inizierà con la presentazione del libro "Evasione in bicicletta, Diario di un giovane partigiano ebreo", ovvero le memorie dell´avv. Duccio Jachia.  Più di 75 anni dopo, i fatti di cui raccontano i diari tenuti da Jachia durante tutta la giovinezza sono diventati un libro. Spinto dai figli, l´autore ha voluto così ricostruire la sua vita, le sue battaglie di giovane ebreo milanese che con le leggi razziali del 1938 era diventato cittadino di serie B. Soprattutto l´espulsione dal Ginnasio Manzoni di Milano che frequentava come studente ha lasciato in lui una traccia indelebile. Le vite sconvolte dal razzismo di Stato dei suoi familiari, degli amici ebrei e la consapevolezza che l´uomo deve lottare per la propria Libertà fanno imprimere alla vita di Duccio una svolta intensa. Dopo l´8 settembre e il nuovo arresto del padre, ex-ufficiale del Regio Esercito Italiano, arriva quindi per Duccio la scelta di entrare nella Resistenza, di diventare partigiano con l´obiettivo anche di liberare il padre dalla reclusione, arrivando ad organizzarne l´evasione nel gennaio del 1945. Una vita in cui la scelta obbligata è sempre stata la Libertà. La serata proseguirà con l´illustrazione di un´indagine tra i cittadini, curata dalla "Gazzetta di Baruccana", circa la percezione ed il significato della Giornata del 25 Aprile.
Due momenti distinti ma complementari, per capire il senso di una ricorrenza da cui non si può prescindere, in quanto premessa storica della Democrazia e delle Libertà sancite nella nostra Costituzione.