Scritte sui muri della scuola, il Comune paga

 
Ma quanto ci costano i vandali? Il Comune ne sa qualcosa: approvato in questi giorni il preventivo di quasi 10 mila euro per riparare i danni arrecati alle scuole medie in via De Gasperi.

Nel dicembre dello scorso anno, muri e finestre dell´istituto scolastico "Leonardo da Vinci" furono danneggiati da ignoti, che li ricoprirono di scritte effettuate con vernice indelebile. Di qui la necessità di correre ai ripari, soprattutto per sostituire le vetrate, realizzate con particolare materiale anti-riflesso.

L´entità del danno è stata stimata dalla compagnia assicurativa del Comune in 9.960 euro, che verranno rimborsati dall´assicurazione stessa. In base a tale cifra il Comune ha accolto i preventivi di due ditte che rispondevano alle caratteristiche necessarie: la ditta Solar Control di Lissone si occuperà di sostituire le pellicole riflettenti delle finestre, per un totale di 1.560 euro, mentre la ditta Pennisi Antonio di Seveso si dedicherà a tinteggiare i muri esterni per 8.800 euro circa.

"I costi calcolati - commenta il sindaco Clemente Galbiati - rientrano nella somma messa a disposizione dall´assicurazione, anche se resta comunque l´amarezza di dover sostenere una spesa imprevista così consistente per un atto di teppismo gratuito. Il vandalismo sicuramente non paga, anzi, chi paga alla fine è il contribuente, attraverso il proprio Comune. Un danno alle strutture pubbliche, utilizzate da tutti i cittadini, è un danno alla comunità".  


R. T.