18 anni in Comune

 
18 anni in comune

 L´attuale legge sulla cittadinanza italiana (legge 5 febbraio del 1992 n°91) segue il principio di trasmissione per ius sanguinis, ossia si diventa cittadini italiani per nascita, dunque il ragazzo che è figlio di stranieri ma che è nato in Italia, cresciuto in Italia e in Italia ha assolto gli obblighi scolastici rimane, di fatto, straniero. Se qualche forma di tutela viene riconosciuta quando si è minorenni, al compimento dei 18anni si diventa stranieri nel Paese che fino a ieri ti ha protetto e cresciuto.

La procedura ordinaria per chiedere la cittadinanza è lunga, laboriosa e costosa (si arriva a spendere circa 900euro).
C´è però una possibilità che la legge offre per ovviare a tale situazione e che protegge e tutela i giovani, ed è quella prevista dall´articolo 4, comma 2, della suddetta legge. In sostanza gli stranieri nati in Italia, che vi abbiano risieduto legalmente senza interruzioni fino alla maggiore età possono diventare cittadini italiani con semplice dichiarazione di volontà da rendere all´Ufficiale di Stato Civile entro un anno dal compimento della maggiore età.
In pratica quando il ragazzo compie 18anni fino al compimento dei 19 può  inoltrare la richiesta di acquisto della cittadinanza direttamente al Sindaco del Comune (pagando l´onere fisso previsto dallo Stato di 200euro).
Crediamo che pochi ragazzi stranieri conoscano tale possibilità, ed è proprio qui che si inserisce "18anni in Comune".

 L´Amministrazione provvederà ad inviare a tutti i ragazzi 18enni stranieri nelle condizioni espresse prima, una lettera,  per metterli a conoscenza  dell´opportunità  che la legge da di acquistare la cittadinanza italiana .
Il passo successivo sarà quello di preparare e presentare tutta la documentazione all´Ufficio Stato Civile.
E´ possibile scaricare qui sotto un semplice file pdf che spiega non solo l´iniziativa, ma anche la procedura che l´interessato deve compiere.
I documenti richiesti per far sì che la pratica vada a buon fine sono:
- il file in word che si trova più sotto debitamente compilato,
- copia del Documento d´identità;
- Certificato/i storico di residenza (in bollo €. 16.00);
- Permesso di soggiorno;
- Copia integrale dell´atto di nascita;
- Copia conforme libretto sanitario di vaccinazioni;
- Ricevuta del versamento di €. 200.00;
- Diploma di licenza media.

Il tutto dovrà essere poi presentato all´ufficio Stato Civile, ufficio al quale si rimanda per ogni ulteriore e necessario chiarimento (telefono: 0362-517272 e-mail: servizidemografici@comune.seveso.mb.it

ALLEGATI