GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

 
Pensieri e azioni concrete in occasione della Giornata Nazionale contro la violenza sulle donne

"Era solo uno schiaffo, non avrei mai pensato di arrivare a tanto. Uno schiaffo, poi un altro, un altro ancora e così mi sono ritrovata con le mani sporche di sangue e negli occhi ancora il suo sguardo, implorante, indifeso….ma era troppo tardi…."
Il termine femminicidio si riferisce a tutti quei casi di omicidio in cui una donna viene uccisa da un uomo per motivi relativi alla sua identità di genere (a volte questo genere di violenza è compiuto da persone che hanno legami strettamente sentimentali con la vittima come mariti o fidanzati, ma vengono compiuti anche da padri verso figlie, o addirittura da figli verso le madri) cioè di regola in relazione al fatto che la medesima è o è stata la moglie o in relazione sentimentale con l´autore del delitto.
Femminicidio, parola ormai troppo usata. Non è solo un concetto ma una costante della nostra società poiché i casi di violenza sulle donne sono in continuo aumento e non possiamo più permetterci di stare in silenzio. Oggi si celebra la Giornata Nazionale contro la violenza sulle donne e la nostra Amministrazione ha voluto dare un messaggio forte contro tutte le violenze di genere. Non sarà per noi solo una giornata di celebrazione ma diverrà un progetto che, con una solida rete di associazioni, verrà condiviso per affrontare obiettivi comuni di partecipazione attiva per il contrasto a queste violenze. Abbiamo infatti presentato, nell´ambito del progetto Regionale "Progettare la parità in Lombardia" una serie di iniziative dal titolo "L´anello di Penelope ¯ Seveso contro la violenza". Una serie di interventi che vanno dalla formazione rivolta alla cittadinanza, ad un numero verde dedicato a chi si trova in difficoltà, ad una newsletter, ad uno spettacolo sul tema della fragilità delle donne. Prevenzione che deve partire proprio da un lavoro sugli uomini che compiono violenza perché non serve sanare ferite se non si parte dalle loro cause .
Una rete di associazioni hanno costruito il progetto: Codici, Natur& Onlus,  "Senza confini", Sipem, "Il cerchio degli uomini" e ci auguriamo che questo contributo sia solo un inizio verso un solido cammino per una società migliore dove la Donna può e deve essere protagonista.

Assessore alle pari opportunità Giusy Cilia
Assessore alla cultura Roberta Miotto
Assessore all´istruzione Luigia Caria