Telethon, il cuore di Seveso

 
Quando il divertimento fa rima con solidarietà. Telethon, la manifestazione benefica che ha coinvolto tutta Italia, anche a Seveso ha raggiunto il suo obiettivo. Nella giornata di domenica 17 il Palasport di via Sant´Antonio è stato teatro di una serie di incontri di calcio a 5 che non solo ha divertito i partecipanti ma ha dato un discreto contributo alla lotta contro le malattie genetiche.

L´evento, organizzato dal Consiglio regionale della Lombardia e dal Comune di Seveso, con la sponsorizzazione di Carrefour di Limbiate, ha dovuto inserirsi in un ricco programma di iniziative natalizie che hanno compromesso una forte affluenza, ma l´obiettivo raggiunto non ha deluso: nell´urna durante tutta la giornata sono stati depositati 903,30 euro.

"Questo risultato economico ci rende molto soddisfatti - ha commentato Marco Mastrandrea, assessore allo Sport - soprattutto se consideriamo che l´iniziativa è stata organizzata in pochissimo tempo, riparando alla rinuncia di un altro palazzetto della zona. Nonostante il pubblico non sia stato particolarmente numeroso, la generosità di chi ha partecipato ha dato il massimo".

In campo sono scese formazioni che hanno dato spettacolo, oltre che divertirsi: la squadra del Cral della Lombardia, i giovani della Base, il quintetto della Guardia di Finanza, i vigili urbani di Seveso (con il sindaco Clemente Galbiati, infortunato nei primi minuti) e Seregno, i ciclisti della Sironi Tanzi contro i calciatori dell´associazione In Robore Virtus, e infine il match clou tra l´internazionale modelle calcio e la nazionale ciclisti, con la presenza del campione Claudio Chiappucci, naufrago dell´Isola dei Famosi.

"In particolare - ha concluso Mastrandrea - dobbiamo ringraziare l´organizzatore Piero Aceti della Regione, il comando regionale della Guardia di Finanza e il Cral della Regione Lombardia le cui offerte sono state importanti. E poi sono sicuro che molte persone hanno aderito alla campagna Telethon da casa, seguendo la maratona televisiva.

"Fondamentale è stato poi il contributo delle società sportive Base, In Robore Virus, Sironi Tanzi e degli aribitri, senza la cui presenza non sarebbe stato possibile allestire questo evento. Così come, per il Comune, il lavoro svolto da Claudio Mottadelli, Liliana Piazzoli e Patrizia Smaniotto. Siamo contenti perché Seveso come sempre ha saputo dare un grande segnale, dimostrando di avere un cuore da medaglia".

Si.Gal.