[14/2/2008] - Sevesini campione per l´Istat

Il Comune di Seveso è stato scelto dall´ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica) tra i Comuni campione per alcune indagini statistiche e in queste settimane sta collaborando con l´Istituto nell´importante ricerca di rilevanza nazionale sugli "Aspetti della vita quotidiana" delle famiglie italiane. Nei prossimi giorni alcuni incaricati comunali si presenteranno nelle case delle famiglie campione, a cui è stata inviata una lettera di comunicazione, per effettuare le interviste.

Già due anni fa Seveso aveva collaborato con l´Istat per un´indagine statistica e ora prosegue in questo cammino di conoscenza e approfondimento dei comportamenti della popolazione italiana.

Ad una prima fase di individuazione delle famiglie da intervistare (estratte in maniera casuale dal computer impostando nella ricerca di selezione i criteri indicati dall´Istat), è seguito un incontro tra i dipendenti comunali coinvolti e il personale Istat che ha illustrato il questionario da sottoporre agli intervistati.

L´indagine si prefigge di conoscere i comportamenti della popolazione nei confronti dei servizi di pubblica utilità e il loro livello di soddisfazione, oltre ad approfondire informazioni sulle abitudini dei cittadini italiani in molteplici aspetti della vita quotidiana: la struttura della famiglia, l´istruzione, il tempo libero, gli amici, gli stili di vita, le condizioni di salute, la partecipazione sociale e politica, la sicurezza e l´uso delle tecnologie come internet e il personal computer.

Le famiglie campione sono state avvisate attraverso una lettera in cui l´Ufficio Anagrafe del Comune informava dell´indagine in corso e indicava i recapiti telefonici e le e-mail del personale incaricato di fornire ulteriori informazioni e chiarimenti in proposito, come per esempio il nome della persona che effettuerà l´intervista.

L´Ufficio Anagrafe precisa che gli intervistatori saranno muniti di cartellino di riconoscimento e che sarà possibile, previa telefonata, fissare anche un appuntamento per l´intervista, in modo da creare meno disagi possibili alle famiglie.

Daniela Meroni