[13/6/2008] - Un defibrillatore alla Croce Bianca

Si è conclusa in bellezza la "stagione rosa" di Seveso: lunedì 9 giugno la Croce Bianca ha ricevuto ufficialmente il ricavato benefico delle iniziative "Quello che le donne vogliono". Dopo tre mesi intensi di eventi rivolti all´universo femminile - che da marzo a maggio hanno visto la partecipazione di centinaia di donne di ogni età - la campagna di raccolta fondi ha raggiunto la cifra record di 3.566 euro.

Il cospicuo assegno è stato consegnato al presidente della Croce Bianca Roberto Fumagalli e alla caposquadra Ileana Sailer da parte dell´ex assessore Marco Mastrandrea e del consigliere Nicola Tallarita.

DEFIBRILLATORE - La somma, frutto della solidarietà del pubblico intervenuto ai 21 eventi in calendario, è stata devoluta all´acquisto di un defibrillatore. Questo strumento, importantissimo negli interventi di soccorso, attualmente è presente su una sola ambulanza della Croce Bianca di Seveso. Il progetto che il Comune e le donne hanno deciso di sostenere prevedeva la dotazione di un secondo defibrillatore sull´ambulanza destinata agli eventi sportivi.

Il nuovo defibrillatore, del valore di 2500 euro, sarà donato all´associazione "Brianza per il cuore" che in convenzione con il 118 si occuperà della gestione legale dell´apparecchio, curando l´assistenza e l´archiviazione della memoria interna, aspetti importantissimi per operare in sicurezza.

"Sono molto felice di ricevere questo importante contributo - ha affermato Roberto Fumagalli, presidente della Croce Bianca di Seveso - perché un defibrillatore permette di salvare vite umane. Non abbiamo una statistica di impiego di questa apparecchiatura, ma nell´ultimo anno si sono verificati due casi di arresto cardiaco in cui il defibrillatore era fondamentale. Questo strumento, unito alla velocità di intervento, possono determinare la salvezza di una persona.

"Da cittadino ho apprezzato molto il calendario di iniziative dedicate alle donne - ha continuato Fumagalli - perché, oltre a eventi ricreativi, si è trovato spazio per affrontare momenti di formazione e di riflessione, come le serate sulla psicologia femminile".

"Ormai da anni il calendario delle iniziative rosa si lega alla solidarietà - ha affermato Marco Mastrandrea, ex assessore allo Sport e Tempo libero, oggi capogruppo in Consiglio Comunale - e siamo orgogliosi che la risposta delle donne sia sempre così generosa. Un primo passo è stato compiuto, ma la sensibilità verso realtà associative importanti del nostro territorio non deve mai mancare. Sono convinto che la nostra Festa della donna lunga tre mesi abbia il potere di far vivere la nostra città e nello stesso tempo fare del bene a chi si spende nel volontariato. È un duplice obiettivo che spero non venga mai a mancare".

"La strada già tracciata da chi mi ha preceduto - ha confermato Nicola Tallarita, consigliere comunale con delega allo Sport e Tempo Libero - è per me un punto di partenza fondamentale e irrinunciabile. Sono intenzionato a continuare nell´organizzazione delle iniziative per le donne, anzi ho già iniziato a lavorare a 360 gradi per fare crescere l´offerta ricreativa esistente".

NUOVA SFIDA - L´obiettivo del defibrillatore è stato pienamente raggiunto, anzi superato, considerando il contributo aggiuntivo che il Comune ha destinato alla Croce Bianca devolvendo per intero l´incasso dell´affitto del Palasport in occasione della serata evento "Miss e Mister School", pari a 2324 euro.

Oggi i volontari dell´associazione sevesina hanno quindi la possibilità di arricchire la dotazione dello strumento salvavita con altri accessori altrettanto fondamentali, come le piastre monouso. Un kit completo per defibrillatore ha un costo che si aggira sugli 8 mila euro. Da qui l´appello che sarà presto lanciato dall´amministrazione per chiedere alla società civile, e in particolare modo agli istituti bancari, la partecipazione a questo importante progetto.