[12/9/2008] - Scuola: si ricomincia!

C´era chi ha faticato a lasciare la mano della mamma e timidamente si è diretto verso i suoi nuovi compagni di avventura e chi, invece, è corso con entusiasmo verso i compagni e le maestre che non vedeva da giugno, tutti pronti per iniziare il nuovo anno scolastico, che presidi e direttori hanno inaugurato con giochi, canti, discorsi e raccomandazioni.

Anche Luca Volpi, assessore all´Istruzione, ha partecipato al primo giorno di scuola sevesino, girando da un istituto all´altro della città per augurare a tutti, da parte dell´amministrazione comunale, un proficuo anno scolastico, ricco di nuove esperienze didattiche ed educative.

Dopo avere spiegato ai bambini e ai ragazzi che il compito dell´assessore all´istruzione è quello di far funzionare al meglio la scuola, Volpi ha affidato loro il compito di imparare cosa significa la parola "amministrazione comunale", invitandoli ad assecondare la loro curiosità verso le novità e le cose sconosciute, da cui molto si può imparare anche divertendosi.

"Perché la scuola funzioni - ha spiegato agli studenti l´assessore Luca Volpi - occorre che tutti insieme obbediamo alle indicazioni che ci vengono date dalle vostre maestre e dai vostri genitori: io devo obbedire ai suggerimenti che ricevo e anche voi dovete seguire le loro indicazioni. Solo da questa collaborazione possiamo crescere e riusciamo a far crescere la scuola".

Prova dei buoni risultati che la collaborazione fattiva tra genitori, insegnanti, dirigenti scolastici e amministratori può portare sono i lavori eseguiti nelle scuole di Seveso durante la pausa estiva, suggeriti e poi monitorati dalla Commissione Razionalizzazione Spazi Esterni, una commissione di genitori nata per portare all´attenzione dell´amministrazione comunale le esigenze dei plessi dell´istituto Comprensivo Statale Via De Gasperi.

"L´esperienza messa in atto da questa commissione - ha concluso Volpi - testimonia la reale e concreta necessità di operare in termini di sussidiarietà anche nel mondo della scuola dove proprio chi è direttamente interessato e coinvolto può portare notevoli contributi al miglioramento dei servizi erogati. C´è ancora molto da fare, ma posso affermare che siamo sulla strada giusta".

D.M.