[4/11/2008] - La necessità della testimonianza storica

A distanza di 90 anni dalla firma dell´armistizio con il quale veniva sancita definitivamente la fine della I Guerra Mondiale, i ragazzi delle terze medie di tutte le scuole della città sono stati invitati dall´assessorato all´Istruzione e all´Educazione a riflettere sul valore della memoria storica e del sacrificio di tanti italiani che combatterono nella Grande Guerra.

Con la preziosa collaborazione del maestro Pietro Malvezzi, del Capitano degli Alpini Stefano Colombo e del Dott. Massimo Malgarini, l´amministrazione comunale ha riunito in Aula Magna i ragazzi delle scuole statali di Seveso e Baruccana e della scuola paritaria Frassati per offrire loro un momento di riflessione tramite immagini storiche, testimonianze e ricordi di un sevesino che ha combattuto durante il primo conflitto mondiale: il Sotto Tenente di Fanteria Silver Malgarini.

Ha introdotto la mattinata il Dirigente scolastico di via Adua, Bortolino Brunelli, che ha sottolineato l´importanza di trasmettere la memoria alle nuove generazioni perché queste elaborino il valore del passato e,  nel caso specifico dei ricordi di guerra, raggiungano la consapevolezza della necessità della pace e del suo mantenimento attraverso l´attiva responsabilità di ognuno.

Il maestro Pietro Malvezzi ha spiegato agli studenti che il 4 novembre di 90 anni fa fu una vera festa, con campane che suonavano per la raggiunta vittoria, base della storia dello Stato Italiano, ma ha anche aggiunto che il tempo rischia di oscurare il ricordo di quella festa, insieme alle amare vicende che portarono a quella fatidica data. Ed è proprio per conservare la pace dove è stata conquistata e portarla dove non c´è ancora che serve mantenere vivi i ricordi e le testimonianze di ciò che è stato.

Il Capitano degli Alpini Stefano Colombo, dopo qualche cenno storico introduttivo e alcuni dati statistici, ha proiettato un filmato di immagini storiche di repertorio che illustravano la guerra in trincea durante il primo conflitto mondiale, spiegando alcuni momenti particolari.

Al filmato è seguita la lettura delle testimonianze che il sevesino Sotto Tenente Silver Malgarini ha tramandato nel suo diario di guerra. Le pagine del diario, lette con commozione dal figlio, il Dott. Massimo Malgarini, sono state intervallate dalla lettura di alcune poesie di Giuseppe Ungaretti.

Al termine dell´incontro, l´Alpino Emilio Allievi ha consegnato ai ragazzi l´opuscolo commemorativo che il Gruppo Alpini-Valle del Seveso ha pubblicato in collaborazione con l´assessorato alla Cultura, Identità e Tradizioni locali, in occasione del 90° della Vittoria, esortando i professori a insegnare la storia perché un popolo che non conosce la storia non può avere un avvenire.

"Abbiamo voluto creare un momento di ascolto - ha concluso Luca Volpi, assessore all´Istruzione e all´Educazione - che crei spunti di studio e discussione da approfondire poi in classe con l´aiuto degli insegnanti. Abbiamo volutamente terminato questa riflessione con un messaggio positivo di speranza e di pace".

Gli ultimi brani letti, infatti, traggono spunto dal canto di un uccellino, che sia nel diario di Malgarini, sia in una poesia di Ungaretti, si eleva tra gli orrori della guerra, a testimonianza che la vita continua.

D.M.