[6/11/2008] - Lente trattative per Pedemontana

Ieri pomeriggio l´amministrazione comunale di Seveso si è confrontata con la stampa locale durante una conferenza su Pedemontana, convocata per spiegare quanto emerso nell´incontro di martedì con Regione, Pedemontana e Comuni e per permettere ai giornalisti di porre domande e chiarire alcune informazioni sulla questione.

"Dall´incontro del 4 novembre - ha dichiarato Floriana Belotti, assessore alle Grandi Opere Infrastrutturali - ci aspettavamo qualcosa in più, mentre in conclusione possiamo solo ribadire quanto già comunicato all´inizio di questa settimana e ci limitiamo a ricordare che sono ancora in corso i tavoli tecnici con cui l´amministrazione di Seveso si sta prodigando nell´ottenere le soluzioni meno impattanti per il proprio territorio".

Ai giornalisti è stato spiegato che la seconda soluzione, che prevede l´allargamento della superstrada, è nata come risposta tecnica di Pedemontana alle criticità del primo progetto preliminare, che comporta l´interramento della tratta autostradale.

"È doveroso chiarire che i due progetti - ha spiegato il vicesindaco David Galli, assessore alla Sicurezza - non sono proposte dei singoli comuni, ma sono proposte emerse da valutazioni tecniche di Pedemontana, che poi ogni comune approva o respinge in base agli interessi delle zone coinvolte".

Il vicesindaco ha colto inoltre l´occasione per precisare che quanto pubblicato sulla stampa locale in settimana circa multe a cittadini di Seveso non risponde al vero, infatti i cittadini che hanno appeso lenzuola di protesta in corso Isonzo non sono stati multati per precisa volontà dell´amministrazione, che sta impegnandosi per la tutela dei loro interessi.

Inoltre l´amministrazione ha voluto chiarire che le informazioni diffuse sull´abbattimento di case e aziende sono scorrette, dal momento che, nell´eventualità di abbattimenti, la soluzione alternativa non comporterebbe l´aumento degli edifici coinvolti.

Tra le questioni discusse con i tecnici, la possibilità di un tracciato alternativo, una nuova soluzione per la strada di arroccamento per garantire una viabilità locale sostenibile e il mantenimento dei collegamenti tra Baruccana e Seveso centro.

"Un elemento che abbiamo approfondito con i tecnici di Pedemontana - ha spiegato il sindaco Massimo Donati - è la possibilità di un tracciato alternativo: purtroppo i tecnici ci hanno confermato che non sono possibili alternative al percorso che passa da Seveso. Anche quello suggerito da Sevesoviva e passante per Seregno è un´ipotesi valutata ma già scartata dai tecnici di Pedemontana nel 2003".

"È nostra ferma intenzione - ha risposto l´assessore Belotti alle domande in merito - mantenere i collegamenti ciclopedonali e viabilistici tra Baruccana e Seveso, pertanto durante i tavoli di lavoro abbiamo sollevato anche questo problema". Infatti nel caso dell´allargamento la situazione attuale non verrebbe compromessa, ma con l´interramento probabilmente si creerebbe un muro tra le due zone della città".

Dopo il tavolo tecnico previsto per domani, venerdì 7 novembre, il Collegio di Vigilanza si riunirà martedì prossimo e in quella data verrà comunicata una prima risposta relativa all´ipotesi di progetto su cui proseguire la progettazione di Pedemontana.

"Mi ha colpito come alcuni sindaci abbiano strumentalizzato le informazioni su Pedemontana - ha commentato l´assessore al Bilancio Marco Mazzucco - assumendo un atteggiamento poco rispettoso non solo nei confronti della nostra amministrazione, ma anche dei cittadini di Seveso, per di più in una fase ancora decisionale, in cui i tavoli di lavoro sono ancora aperti".

"Mi unisco al mio collega Mazzucco - ha commentato a fine conferenza l´assessore Belotti -¯ nell´esprimere il rammarico provato dalla nostra amministrazione a seguito del comportamento strumentale del sindaco Vaghi, che ha favorito una divulgazione di informazioni confuse e incomplete. Spiace soprattutto che questa vicenda abbia creato comprensibili paure e agitazioni in alcuni cittadini sevesini".