[28/11/2008] - Un´avveduta gestione del bilancio

Nella seduta del Consiglio Comunale di giovedì 27 novembre è stata approvata una manovra di assestamento del bilancio di previsione 2008 e una variazione al bilancio pluriennale 2008-2010, con l´utilizzo parziale dell´avanzo di amministrazione.

"L´attuale amministrazione - ha spiegato l´assessore al Bilancio Marco Mazzucco - si sta muovendo in una direzione precisa, con l´obiettivo di ridimensionare l´utilizzo degli oneri di urbanizzazione per la spesa corrente che dovrà autofinanziarsi tramite la razionalizzazione dei costi e nuove modalità di incassi".

Il valore complessivo della manovra di assestamento al bilancio di previsione 2008 è di 456 mila euro. Tra le entrate, la somma più significativa riguarda i 454 mila euro che il Comune ha incassato dall´Agenzia delle Entrate per il maggior accertamento dell´addizionale comunale Irpef.

Dei 456 mila euro di maggiori entrate complessive, vengono applicati 200 mila euro di avanzo di amministrazione.

"Il maggior accertamento dell´addizionale comunale Irpef - commenta l´assessore Mazzucco - è un accertamento importante perché, insieme alle altre maggiori entrate, ci permette di far fronte ai minori incassi degli oneri di urbanizzazione dovuti ai progetti bloccati dall´amministrazione, alla saturazione del consumo di territorio e al mercato immobiliare ormai in crisi".

Nonostante si siano incassati 760 mila euro di oneri in meno rispetto a quelli previsti dagli equilibri di bilancio, il Comune di Seveso è riuscito a salvaguardare la spesa corrente grazie all´accertamento Irpef, al recupero di residui attivi e ad altri accertamenti, assicurando la continuità dei servizi erogati finora.

"Con questa manovra - continua Mazzucco -, oltre a garantire i servizi erogati fino ad oggi, siamo riusciti a rispondere a nuove richieste. Per esempio corrispondiamo 50 mila euro in più ai Servizi alla Persona per l´assistenza e la beneficenza pubblica e 58 mila euro in più per il disadattamento minorile".

Dei 50 mila euro per l´assistenza e la beneficenza pubblica, 25 mila sono destinati all´inserimento scolastico degli handicappati, mentre 10 mila all´assistenza domiciliare.

Inoltre, 75 mila euro sono fissati per la manutenzione straordinaria del verde e 50 mila euro per la manutenzione straordinaria dell´impianto fognario.

Per quanto riguarda il bilancio pluriennale 2008-2010, invece, l´amministrazione prevede di far rientrare la Tarsu (Tassa smaltimento rifiuti solidi urbani) nei capitali del bilancio comunale.

"La Tarsu - spiega Marco Mazzucco - era stata esternalizzata in via sperimentale nel 2006 per agevolare il rispetto del patto di stabilità, che allora era calcolato sulla spesa corrente, ma attualmente il patto è di competenza mista, pertanto decade la motivazione originaria dell´esternalizzazione".

Inoltre la gestione del servizio da parte di Aspes viene riconosciuta dal Comune con il pagamento di un aggio che rappresenta un costo aggiuntivo per l´amministrazione, aggravato dal pagamento dell´Iva sull´aggio stesso.

"Un altro elemento che ha motivato la nostra scelta - spiega l´assessore - risiede nel fatto che tale manovra garantisce anche al Comune un´adeguata posizione in caso di verifiche da parte della Corte dei Conti, che attualmente sta controllando le esternalizzazioni dei comuni".