[23/12/2008] - Pgtu: iniziata la prima fase

All´inizio di dicembre sono stati effettuati i primi rilievi dei flussi di traffico in entrata in Seveso finalizzati ad ottenere un primo quadro d´insieme della mobilità del territorio comunale che, seguito dall´analisi dei dati raccolti e da altri studi, porterà alla redazione del Piano Generale del Traffico Urbano (Pgtu).

"La nostra città nell´ultimo decennio ha visto aumentare considerevolmente la mole di traffico che l´attraversa - ha spiegato il vicesindaco David Galli, assessore alla Sicurezza - e per questo motivo reputiamo necessario razionalizzare i flussi automobilistici e la mobilità pedonale e ciclopedonale della città, oltre a ripensare il sistema dei parcheggi cittadini. Dato che l´ultimo Piano Urbano del Traffico del comune, risalente al 1995, è ormai obsoleto, lo scorso ottobre abbiamo incaricato l´Ing. Michele Rossi, della TRM Engineering, di redigere un documento adeguato alle attuali esigenze di mobilità cittadina".

La redazione del Piano Urbano del Traffico si articolerà in tre fasi distinte, caratterizzate da precisi tempi e modalità di attuazione.

Durante la prima fase, avviata con l´inizio di dicembre, verrà individuato lo stato di fatto della domanda e dell´offerta di mobilità cittadina e verrà predisposto un quadro generale delle criticità riscontrate. Dai dati emersi si svilupperà una diagnosi del sistema della mobilità di Seveso da cui formulare alcune ipotesi di intervento.

La seconda fase consisterà nella vera e propria redazione del Piano Generale del Traffico Urbano, attraverso la formulazione progettuale degli interventi necessari per il breve periodo, mentre la terza fase sarà dedicata alle osservazioni dell´Amministrazione, che saranno valutate dal professionista incaricato per la stesura finale del documento.

La prima fase è iniziata nei primi giorni di dicembre con la somministrazione di un questionario agli automobilisti in ingresso nel comune di Seveso sui principali assi viari cittadini nelle ore di maggior traffico della mattina, cioè tra le 7.00 e le 9.00. Le interviste, a cui hanno riposto 568 persone, sono state effettuate in corso Garibaldi, via Cacciatori delle Alpi, corso Isonzo, via Vignazzola, via San Carlo e via Milano sul territorio comunale di Meda.

"Perché la raccolta dei dati e la successiva analisi rispecchino le reali esigenze della città - ha concluso il vicesindaco David Galli - invitiamo i cittadini a prestare il loro contributo nell´individuazione dei problemi da risolvere ed eventualmente nella formulazione di suggerimenti in base alle loro esigenze".

Chi volesse contribuire con osservazioni e consigli, può inviare i propri suggerimenti alla Polizia Locale tramite posta elettronica (polizialocale@comune.seveso.mi.it), fax (0362-509033) o posta (piazza XXV Aprile, Seveso).

D.M.