[3/1/2015] - Separazioni e divorzi

A seguito dell´entrata in vigore del Decreto Legge n. 132 del 12 settembre 2014, convertito con modificazioni dalla Legger 10 novembre 2014, n. 162 e la Circolare del Ministero dell´Interno ¯ Direzione Centrale dei Servizi Demografici ¯ n. 19/2014 in data 28.11.2014; si comunica che dall´11 dicembre 2014, i coniugi che ritengano che il loro matrimonio non abbia più quei presupposti che ne determinarono la stipulazione e intendano dunque far cessare i suoi effetti, possono concludere un accordo di separazione personale, ovvero di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, nonché delle condizioni di modifica di separazione o di divorzio, innanzi al Sindaco quale Ufficiale dello stato civile, con l´assistenza facoltativa di un avvocato.

 

Si potrà fare separazione e divorzio consensuali presso l´ufficio di Stato Civile, esclusivamente qualora:

  • NON ci siano figli minori,  ovvero maggiorenni incapaci, portatori di handicap grave ai sensi dell´art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, economicamente non autosufficienti;
  • NON comporta atti di trasferimento patrimoniale (ad esempio relativo alla casa di proprietà, l´assegno di mantenimento).

 

Il Legislatore, al fine di promuovere una maggiore riflessione sulle decisioni in questione ha previsto un doppio passaggio dinanzi all´Ufficiale di Stato Civile a distanza di non meno di 30 giorni.

 

Resta inalterata la possibilità da parte dei coniugi, di avvalersi delle normali procedure quali quella:

  • Giudiziale, cioè presso il Tribunale assistiti almeno da un legale.
  • All´estero, presso le competenti autorità, qualora almeno uno dei due coniugi sia straniero o viva all´estero.
  • Consensuale, con la sola assistenza del legale (almeno uno per parte) che porrà in essere ogni ulteriore adempimento.

 

Qualora si scelga di farlo presso l´ufficiale dello Stato Civile sarà necessario prendere un appuntamento nei giorni di apertura al pubblico al numero di telefono 0362.517263.

 

In allegato in fondo alla pagina è possibile trovare la dichiarazione sostitutiva di certificazione che dovrà essere opportunamente compilata da entrambi i coniugi  e presentata davanti all´Ufficiale di Stato Civile il giorno dell´appuntamento. Alla conclusione dell´accordo dovrà essere corrisposto il diritto fisso pari a 16,00euro.

ALLEGATI